“The Revolt of the Machines”

  Technology hates me.And this is an incontrovertible fact.If there is a chance to put me in trouble, it will not miss the opportunity. By then, however, it had always been limited to breaking the eggs into the basket with an electronic device at a time. For example a couple of months ago the cell … Continua a leggere “The Revolt of the Machines”

“La Rivolta delle Macchine”

  La tecnologia mi odia. E questo è un dato di fatto incontrovertibile. Se c’è la possibilità di mettermi in difficoltà lei non perderà occasione. Fin'ora però si era sempre limitata a rompermi le uova nel paniere un apparecchio elettronico alla volta. Ad esempio un paio di mesi fa il cellulare ha deciso di cambiare … Continua a leggere “La Rivolta delle Macchine”

“Better the Devil (in a Prada dress) you know”

Imagine the beach in late Summer , early in the morning when the sun is still forgiving and the sand is wet from the night 's events, a nice bowl of ice cream , the right soundtrack * to feel like stars in disguise , sun glasses ... and " The devil Wears Prada . … Continua a leggere “Better the Devil (in a Prada dress) you know”

“Quando il Diavolo (vestito Prada) ti accarezza….”

Immaginate la spiaggia a fine Estate, di mattina presto quando il sole è ancora clemente e la sabbia è umida per la nottata appena trascorsa, una bella coppa di gelato,  la giusta colonna sonora* per sentirsi come delle star in incognito, occhialoni da sole… e “Il diavolo veste Prada”. Il romanzo. Ricordate quando vi ho … Continua a leggere “Quando il Diavolo (vestito Prada) ti accarezza….”

Classics: “The Count of Monte Cristo”

“Moral wounds have this peculiarity - they may be hidden, but they never heal; always painful, always ready to bleed when touched, they remain fresh and open in the heart.”[1]   I kept this classic waiting for three years . There in the bookstores , sometimes I approached it , I thumbed through , I … Continua a leggere Classics: “The Count of Monte Cristo”

I Classici: “Il Conte di Monte Cristo”

"Le ferite morali hanno questo di particolare: che si nascondono, ma non si rimarginano; sempre dolorose, sempre pronte a sanguinare quando si toccano, rimangono perennemente vive e aperte in fondo al cuore"[1]   Ho tenuto questo classico in attesa per ben tre anni. Fermo in libreria, ogni tanto mi ci avvicinavo, lo sfogliavo, leggevo qualche … Continua a leggere I Classici: “Il Conte di Monte Cristo”

“Paolo Dixit”

  Leggendo le mirabolanti avventure della cara amica Gioia, vittima divertita e divertente dell'Oroscopo del Giorno, non posso non pensare al mio rapporto con l'astrologia e con le cosiddette predizioni future. Ammetto che se mi capitano in qualche rivista, o sulla TV della metro, mi fermo a dare ben più di una veloce occhiata. La … Continua a leggere “Paolo Dixit”

“The best thing I could learn”

From school I learned that what you really learn are not the times tables or important dates but being with people you do not know and you really care about too little (or too much); From tales I learned that there are bad guys but you can boycott them; From volleyball I learned that the … Continua a leggere “The best thing I could learn”

“Vivendo si impara”

Dalla scuola ho imparato che quello che impari davvero non sono le tabelline o le date importanti ma è come stare con persone che non conosci e di cui ti importa veramente poco (o troppo); Dalle favole ho imparato che i cattivi esistono ma si possono boicottare; Dalla pallavolo ho imparato che l'individuo è forte … Continua a leggere “Vivendo si impara”

“Lost, Club Sandwich and Beer”

Let me play it safe: I'm not objective when I have to talk about LOST, for me it should be seen and reviewed and revised again in Winter, Spring, Fall and Summer ! It is, despite the millions of productions seen in the elapsed time, still my favourite TV series (even with the worst final … Continua a leggere “Lost, Club Sandwich and Beer”