“C’era una volta (e c’è ancora)”

C’era una volta, in una landa a forma di stivale, una ragazza perplessa sul perché nonostante fossero inette e di cattivo esempio per le bambine, le principesse delle favole sconfiggessero sempre i villains.

anna-kendrick-wtf-confused-reaction-gif

 

Salvata Aurora che poverina è stata relegata a vivere con tre imbranate “zie” ai confini della civiltà e bandita dal Reame quando sarebbe bastato dirle <<Ciccia sei stata maledetta perché siamo così cretini che non abbiamo invitato la più potente strega dell’Universo al tuo battesimo, quindi stai lontana dagli arcolai!>>, e invece, ignara e confusa, come ogni adolescente che si rispetti appena può cerca di scappare dalla vita noiosa che conduce; e il suo coraggioso principe Filippo che tutto sommato la sua gloria se la guadagna cavalcando fra i rovi e sconfiggendo il drago (forse sono stata l’unica bambina a piangere per la morte di imagesMalefica), strappando al pericolo non solo la Bella Addormentata ma l’intero Regno di idioti creduloni; non capisco come sia possibile che Grimilde, la Matrigna e Ursula vengano sconfitte da Biancaneve che al primo segno di pericolo scappa e si impossessa della casa di sette sconosciuti spicciando, lavando e diventando di fatto la loro domestica… e Cenerentola che si fa trattare da sguattera nella sua stessa casa e che parla con topi e galline invece di avvelenare le tre perfide usurpatrici e riprendersi castello e prestigio. q_1883ba4e966505b4b0665d7b1e5e0f66 Per non parlare dei due “salvatori”, il Principe Azzurro che fa due comparsate scarse, una delle quali per baciare una morta! E l’altro che non si ricorda minimamente la faccia della sua Amata (vista due minuti scarsi) ma che sviluppa un feticismo talmente forte per i piedi che la rincorre per tutto il Regno.

E Ariel, che scatena una guerra civile marina solo per conquistare un marinaio (che si rivela un altro principe ingenuo tanto bello quanto inutile all’umanità) che nemmeno la riconosce!  Però ne La Sirenetta almeno ci sono gli arriccia spiccia, le canzoni e Sebastian che rendono la storia davvero magica.

tumblr_lfpkmqnpb51qftuycMa sottolineerei che è Tritone a sconfiggere Ursula e salvare capre e cavoli mentre Ariel ed Eric guardano imbambolati il caos che hanno creato.

 

Per fortuna negli anni alla Disney hanno capito che era davvero surreale che quel tipo di personaggio avesse la meglio ed hanno cominciato a sviluppare principesse del calibro di Jasmine (che per lo meno si oppone al potere patriarcale anche se a pensarci bene Jafar sarebbe stato un Sultano migliore di quel giuggiolone del padre – e in fondo tolta l’ambizione sfrenata e l’egocentrismo malato, tutto ciò che il Gran Visir voleva era combattereso-she-takes-matters-her-long-hair-her-own-hands contro il nepotismo), Belle (che innanzitutto è acculturata! Coraggiosa! Ed è lei a salvare Adam aka la Bestia e tutta la povera
servitù quindi ben venga che poi si prende il Castello e la Biblioteca -che è il mio sogno proibito)
e  Mulan (che non è nemmeno una principessa, ma un soldato! Che salva il padre, se stessa, il belloccio di turno, l’esercito e la Cina dalla minaccia degli Unni, mentre Cenerentola e Biancaneve folleggiano ai balli di corte).

 

 

Fino ad arrivare alle più recenti, la sottovalutata Tiana

 

(che sogna di diventare ristoratrice e che si impegna a fondo per riuscirci senza aspettare “il principe sul cavallo bianco” e che dopo una serie infinite di peripezie in forma di ranocchio, salva il principe e … apre il ristorante! Esatto! Non si mette a fare la principessina, ma investe comunque nel proprio obiettivo!!), la simpatica Rapunzel (che essendo cresciuta in una Torre per diciotto anni ha il diritto di essere un pelo ingenuotta e quindi si fida di un noto bugiardo, ma che al momento cruciale si rivela una delle eroine più coraggiose di questo universo narrativo) e il dinamico duo Anna ed Elsa di Arendelle (che pur riprendendo alcuni stereotipi di vecchio stampo come l’amore a prima vista, riescono a far capire che l’amore ha diverse forme e bisogna essere in grado di porsi in prima linea se si vuole ottenere un risultato positivo!).

 

Da questo calibro di donne mi aspetto il lieto fine, lo agogno, perché Mulan, Jasmine, Belle, Tiana, Rapunzel, Anna ed Elsa non stanno ferme ad aspettare che la vita gli scorra davanti e qualcuno arrivi a salvare la situazione, si rimboccano le maniche e pur commettendo molti errori, riescono nell’impresa e sconfiggono il Male.

tumblr_niquw9zgjo1smcbm7o1_500

 

 

Questa ragazza perplessa, crescendo, era diventata sempre più team-villains e avrebbe voluto versioni alternative in cui personaggi come Malefica, Ursula, Jafar o Grimilde ottenessero finalmente la vittoria, fosse solo per dare una lezione a quelli che pensano che la salvezza venga sempre da qualcun altro (ogni riferimento al fatto che nello stivale ci si lamenta sempre e comunque ma che poi alle urne ci vadano in due su un milione e non si faccia niente di concreto se non chiacchiere per cambiare la situazione, non è assolutamente casuale), e che se non ci si dà una svegliata i Malvagi saranno i veri Eroi (ogni riferimento a Russia, Cina, Francia e Stati Uniti è voluto), e i bambini è bene che lo sappiano così forse, almeno loro, faranno qualcosa a riguardo…..

Ma purtroppo si era ritrovata con venticinque versioni di “Cinderella” nelle quali inspiegabilmente finiva sempre bene per la sguattera anche se lei non faceva niente a riguardo, e “Maleficent” in cui la più cattiva dei cattivi veniva snaturata, umiliata e ingabbiata nel più fastidioso dei cliché: il villain che era buono ma per il grande dolore cambia schieramento, ma che poi si redime.

NO, NO, NO, NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

tumblr_o57cbot11o1vp856go3_500

 

 

Disperata, la ragazza perplessa pensò che non c’era speranza, finché un giorno una sua amica team–villains la invitò ad iniziare una nuova serie tv in cui la Regina Cattiva aveva sconfitto gli Eroi bloccandoli in una città senza tempo e senza memoria, facendoli vivere come dei comuni mortali in cui solo lei e L’Oscuro erano a conoscenza della verità.

Per tre stagioni Once Upon A Time fu un vero sollievo, perché nonostante i Villains venissero puntualmente sconfitti, gli Eroi si meritavano la vittoria: Biancaneve era una cacciatrice, ladra, fuggiasca capace di proteggere se stessa e i più deboli che più volte si ritrova a salvare Azzurro; Aurora combatte al fianco di Mulan per sconfiggere il Male e aiutare Filippo e Cenerentola…..

…..no, Cenerentola rimane un’inutile inetta, ma d’altra parte si sa, non si può sempre avere tutto……

 

trono-malefica


3 thoughts on ““C’era una volta (e c’è ancora)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...