“Sette Barbie per un Ken”

Fin da bambina ho sempre avuto una gran passione per le Barbie, ne ho collezionate 100 in totale (facendo la somma di quelle mie e di quelle di mia sorella), e per un totale di 100 Barbie mi sono stati regalati solo due Ken.

 

Poverini hanno avuto sempre un gran da fare.
Con il passare degli anni, quando ho preso la drastica decisione di portare tutte le mie Barbie in cantina e dar loro il meritato pensionamento, ho riflettuto molto sulla scelta di avermi regalato così tante Barbie e così pochi Ken.
Questo è esattamente lo specchio della nostra società!!
Non si dice forse che nascano circa sette donne per ogni uomo?

 

 

Tra i tanti episodi che corroborano questa (terrificante) teoria, uno è ancora vivido nella mia memoria e riesce ancora ad oggi a strapparmi un sorriso rassegnato.
Vi ricordate dove si svolgevano le vecchie feste di compleanno tra liceali?
Quando non eri abbastanza grande da andare in un locale vero ma nemmeno troppo piccolo per restare a casa?

Per un lungo periodo è iniziata ad andare di moda “la saletta”. Poteva trattarsi di quella di una chiesa, o quella condominiale, la cosa che ricordo di più è il momento del lento.
Una schiera di 15 ragazzine contro un misero gruppetto di 5 ragazzini.
Chi vincerà il tanto bramato ballo?
Chi sarà la prescelta?

La musica inizia e con lei anche l’agitazione e la preoccupazione di dover piacere a qualcuno. Ti pavoneggi con i tuoi occhiali spessi e i capelli arruffati, ma pettinati e ordinati con forcine per sembrare sempre alla moda. Arriva il momento in cui il più carino prende la festeggiata e la porta al centro della saletta e da lì ecco che inizia il conto alla rovescia.

Diventa tutto molto confuso, e tu sei lì spaesata che lisci la tua gonna e cerchi di essere ammiccante come puoi, ti hanno consigliato di guardare negli occhi quelli che ti piacciono e quindi ci provi, prendi un bel respiro e lo fai. Il cuore ti batte all’impazzata perché sembra che il ragazzino che hai puntato (il 4 su 5 in ordine di bellezza) venga dalla tua parte, ma invece di prendere la tua mano, prende quella della ragazza dietro di te.
Mentre la tua “io” interiore si dispera perché tutti i ragazzi disponibili sono occupati, senti due dita picchiettarti sulla spalla e ti volti alzando lo sguardo di parecchio.
Forse sei diventata strabica perché il gigante della classe ti sta davvero chiedendo di ballare; ma i ragazzi non erano finiti?

I ragazzi si, ma lui non è considerato come tale visto che è rinomato per essere un rinoceronte maldestro che emana un certo olezzo da sotto le ascelle.
Non siamo in classe, a poco serve lo sguardo vago e il sorrisino di circostanza.
Almeno qualcuno ti ha chiesto di ballare, quindi prendi la palla al balzo e trascorri i successivi due minuti a trattenere il respiro e morderti le labbra ogni volta che lui ti pesta i piedi.

 

Ritornando alle Barbie, ricordo che alla fine il mio bellissimo Ken, Adam, finiva sempre insieme con la Barbie più bruttina ma che nonostante ciò era la più fanatica, nonché mia preferita, quella a cui mia sorella aveva mozzato la testa e quindi se ne andava in giro senza collo e con un taglio di capelli modificato da me alquanto orrendo. Però era fiera, non si lasciava spaventare facilmente, e questo Ken/Adam, lo sapeva bene. Barbie testa-nel-collo aveva capito che in un mondo sproporzionato, fra le sette a scelta, doveva essere la tipa più interessante.
Quindi alla fine della fiera non importa quanto carina cerchi di essere, quei pochi Ken rimasti in circolazione sceglieranno sempre quella che se la tira di più.

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...