“Al Cuor non si comanda, ma allo Sguardo sì… (ovvero di Tette Ingombranti)”

Nella vetrina di una tipografia una volta ho visto una maglietta sulla quale campeggiava la scritta:

 

LE TETTE SONO LA PROVA CHE L’UOMO RIESCE A CONCENTRARSI SU DUE COSE CONTEMPORANEAMENTE.

 

A parte il fatto che non so proprio chi avrebbe l’ardire – e l’ardore- di indossare una maglietta del genere, quello che mi son sempre chiesta – da femminuccia vittima di sguardi a volte davvero invadenti- è perché questa parte del corpo femminile attragga così tanto i maschietti. Facendo questa domanda un po’ per gioco sul motore di ricerca per antonomasia mi sono imbattuta in una serie di articoli in cui citavano le più incredibili ricerche universitarie in merito alla questione, svoltesi un po’ dappertutto nel mondo. Ne ho lette di ogni, e sa da un lato mi viene da piangere pensando a come vengono sprecati certi denari, dall’altro mi viene da ridere per il trionfo della banalità con la quale viene trattato questo tema.

Quasi tutte le ricerche, suppongo per dare loro una parvenza di serietà, iniziano citando Freud, un po’ come quando si usa il prezzemolo in cucina, e, riducendo al minimo il suo pensiero, affermano che l’attrazione maschile verso il seno deriva dal ricordo inconscio del periodo dell’allattamento.
Quanto mi fa ridere quest’affermazione!! Innanzitutto: non tutti gli esseri umani, per i motivi più svariati, sono stati attaccati ad un seno da neonati, e poi: anche le femminucce hanno assunto il latte materno, ma anche quelle attratte dal proprio sesso hanno più decenza nel guardare ciò che Dio ha donato alle potenziali partner!
Eh sì! Perché è proprio di questo che si tratta: di come si guarda! Lo sguardo assatanato, e parlo sia per esperienza personale che per esperienza riportata da altre ragazze, è una caratteristica del genere maschile.
Calma! Calma!
Lo so che non si può fare di tutta un’erba un fascio, che detta così sembra che stia additando tutto il genere maschile di preoccupante voyeurismo, e  che ci sono anche donne che sostano a guardare parti del corpo degli altri, che siano questi maschi o femmine, in un modo a volte un po’ insistente.. ma vista l’esperienza mia e di tante persone, viste le numerose ricerche universitarie in merito all’argomento, c’è un dato di fatto che ho constatato: lo sguardo di un uomo che indugia senza pudore sul decolleté di una donna molte volte risulta invadente, imbarazzante e viscido. Una cosa è un occhio che cade, l’altra uno che sguazza.

 

Madre Natura ha creato delle stupende forme femminili affinché siano soggetti vivi e vitali della propria esistenza, e non oggetti inanimati di una mente troppo fantasiosa e, in alcuni casi, ahimè, perversa. Sono una bacchettona?? Forse! Mi dà fastidio se qualcuno inizia a fissarmi come Winnie Pooh fissa un barattolo di  miele? Assolutamente sì!
ingombranti
È da quando ho 13 anni che degli sguardi troppo invasivi mi hanno fatto sentire portatrice di non so quale peccato.. e va bene che molti ometti potrebbero dirmi che sono gli ormoni dell’adolescenza che i maschietti non sanno molto gestire.. ma gli uomini adulti?? E una volta arrivata all’università? Io ho beccato colleghi più che ventenni intenti a fissarmi a mo’ di triglia in calore!!
Vi era in particolare un ragazzo che io ed una mia amica avevamo ribattezzato il fissatette. Tutt’oggi sono convinta che non avesse la minima idea di che volto avessi: ogni volta che m’incrociava il suo sguardo si accomodava fra le mie braccia. Ma quello degno di nota è stato il suo primo incontro con le mie curve. Ero tranquillamente seduta ad un banco universitario mentre aspettavo che iniziasse una lezione e ad un certo punto noto un omuncolo, mai visto prima, leggermente incurvato di fronte a me, con i pugni sul banco, la bocca aperta e lo sguardo da pesce lesso intento a farmi una radiografia ai polmoni. Lì, bloccato, chissà da quanto e con nessuna intenzione di voler schiodare. Mi sono sentita nuda anche se non lo fossi assolutamente: una pudica camicetta a V non ricordava certo una delle mise sfoggiate da Nicki Minaj in uno dei suoi videoclip.. ma anche se fosse stato così questo non dava alcun diritto a quel salame di parcheggiarsi lì.

Ero in imbarazzo, ma decisa a far sbloccare quell’incresciosa situazione senza dare di matto. Con fare distratto mi sono abbottonata la giacca di jeans fino al primo bottone sotto al collo e lui, dopo poco, ha scosso la testa come se si fosse destato da un sogno ad occhi aperti e se ne è andato via barcollando..
Tutte le altre volte che gli sono capitata a tiro ho sempre sentito i suoi occhi appiccicati su di me e vi posso garantire che non è mai stata una sensazione molto piacevole. Non gli piacevo in quanto persona.. gli attraeva un pezzo della mia carne.. che tristezza! Non mi sono mai interessati i ragazzi che hanno mostrato questo tipo di interesse nei miei confronti.. anzi! Una delle qualità che più apprezzo in un maschietto è il suo sapersi rapportare con eleganza con il genere femminile. Sono del parere che bisognerebbe riservare una forma di rispetto anche nel guardare gli altri, perché anche con lo sguardo si possono invadere i confini della libertà individuale.

 

Sempre ai tempi dell’università, c’era un ragazzetto per il quale provavo un certo interesse, purtroppo però non ero l’unica, ed infatti era spesso circondato da ochette che cercavano di ammaliarlo con pose da pin-up, vocette suadenti e occhietti languidi. Io che ho sempre cercato di rapportarmi a lui in modo più serio e maturo, chiaramente non destavo in lui alcun interesse romantico.. ma in compenso mi sono fatta con lui qualche piacevole chiacchierata. (D’oh!) Una volta, però, non so cosa sia successo, ma mentre stavamo parlando in gruppo del più e del meno, si è avvicinato molto a me (un foglio di carta fra noi due non sarebbe riuscito a passare) e guardandomi non proprio negli occhi ha continuato a parlarmi come se niente fosse, mandando me in brodo di giuggiole. La cosa è durata pochi secondi e non ha avuto un seguito.. ma almeno da parte sua ho visto un apprezzamento non morboso, e comunque arrivato dopo una bella conoscenza in cui i suoi occhi non avevano mai indugiato su di me prima (almeno credo).


Anni dopo ho capito che l’avevo molto idealizzato ed era un comune billydotato guidato dall’ormone come tutti gli adolescenti cresciuti, ma era comunque un bellissimo ragazzo dai modi educati e gentili, e se io fossi stata meno rigida nelle miei posizioni.. magari mi sarei beccata un due di picche grande come una casa, ma almeno sarei stata fiera di me nell’aver tirato fuori un po’ di coraggio con un pizzico di malizia.

 

Tornando alle ricerche universitarie alcune sono davvero curiose: c’è chi ha detto che un seno grande infonda sicurezza nell’uomo, e che lo ricerca quando ha voglia di un rapporto stabile e duraturo, mentre per le avventure senza impegno preferisce un seno meno prosperoso; chi invece ha fatto uno studio in cui assicura che un uomo a stomaco pieno sia più attratto da un seno dalle dimensioni ridotte, mentre se lo stesso uomo è a digiuno sarà più indirizzato verso un abbondante decolleté. … …

 

 

Scusate.. ora mi ricompongo.. …

 

 

 

 

 

 

 

Ma sono seri?? E sono stati pagati? E i loro studi sono finiti su riviste scientifico/antropologiche o pseudo tali?
OH MY GOD!
Io, sinceramente, non ho mai conosciuto lo status dello stomaco del fissatette ogni qual volta l’ho incontrato, ma, da ignorante, penso che qualche lezione di galateo gli sarebbe davvero stata utile!
Magari gliele avrebbe potute dare la mia cotta post-adolescenziale, se non fosse stato troppo impegnato a farsi ammirare lui stesso dalla sciacquetta di turno!!
A proposito! Non è che quella mattina del nostro unico e fugace contatto aveva saltato la colazione?? Uhm..

 

 

 


2 thoughts on ““Al Cuor non si comanda, ma allo Sguardo sì… (ovvero di Tette Ingombranti)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...