mWow. Eccomi qua, l’anniversario del blog, un anno che ciarlo e blatero. Sono onesta non ero sicura che ci sarei riuscita!
Non perché non abbia cosa dire, anzi, ma per la costanza, la determinazione che ci vuole nel tenere aperto un blog.
E anche perché in più di un momento mi sono chiesta se ne valesse la pena, se qualcuno leggesse davvero ciò che scrivo con tanto amore e fatica.
Ma alla fine mi sono risposta che scrivo più che altro per me stessa, per esercizio personale, come diario, promemoria, divertimento.
Come dimostrazione che so portare a termine un compito, che non mollo solo per qualche difficoltà momentanea.
Mi piace leggere i blog degli altri e capire in cosa siamo simili e in cosa siamo differenti e ho scoperto cose in comune con dei perfetti sconosciuti. Ho realizzato che la vita è decisamente più folle di qualsiasi serie tv o libro io possa aver visto e letto. Che mi è successo di tutto!
Di tutto!
E ancora mi succederà, perciò continuerò a scrivere.
A volte con entusiasmo, a volte per “dovere”.
Ma in fondo non riesco a farne a meno, la scrittura è ciò che sono. Mi esprimo molto meglio sulla carta, mi sento me stessa.

 

Perciò spengo questa candelina virtuale soddisfatta, in un anno è cambiata la mia vita quasi radicalmente, chissà che cosa mi aspetta nel prossimo…

Immagino, che lo troverete spiattellato qui.

 

Buon anniversario al mio specchio interiore, cento di questi giorni.

(Sperando che non si frantumi!)