“Sogno o son desto?”

È molto raro avere una domenica completamente libera per me, perché di solito le dedico al teatro, alle associazioni o alla famiglia. Ma ogni tanto me ne ritaglio qualcuna lontana da tutto e tutti, in cui dedicarmi a me stessa, a leggere, a scrivere, a guardare telefilm o a dormire.  Ed è stata in una di queste domeniche che ho scoperto amazon prime video.

Risultati immagini per lazy sunday gifUso spesso amazon perché obiettivamente è veloce e diretto e mi evita di dover andare in un centro commerciale, se avessi più tempo mi imbarcherei per mercatini e negozi indipendenti, ma dovendo gestire quello che rimane fra i vari lavori e volendo mantenere una decente vita sociale, amazon è una salvezza. Prime poi è favoloso se ti ricordi all’ultimo di un compleanno o una ricorrenza perché in un giorno il pacchetto è a casa pronto per essere donato.
Nonostante il mio uso costante però, non mi ero mai soffermata a vedere che oltre a vendere e comprare, amazon possiede un canale internet tutto suo con film, documentari e serie tv autoprodotte o importati. Una scoperta rivoluzionaria in quella domenica di inizio inverno con le ore corte e il vento contro la finestra. L’icona di un occhio in cui cade una goccia d’acqua attira subito la mia attenzione, così clicco per ingrandire e guardare il trailer, leggere la trama, farmi un’idea.

Colpo di fulmine!!!

Risultati immagini per falling water taka gifOrmai avrete intuito che ho una predilezione per le storie con un pizzico di mistero, con salti temporali o storie parallele. Ebbene, FALLING WATER, si presenta come una serie da binge watching! La  trama[1] è favolosa a metà fra Six Degrees[2] (miseramente cancellata) e Inception[3]  (uno dei film più geniali di Nolan[4]!) mantenendo però una certa originalità, e mi cattura dai primi frame, i personaggi catartici e soprattutto non stereotipati! I protagonisti sono Lizzie Brocherè (American Horror Story), Will Yun Lee (The Wolverine) e David Ayala (Il Cavaliere Oscuro), ovvero Tess, Taka e Burton, tutti e tre con un passato oscuro che torna a cercarli nei sogni.  Creata da Gale Anne Hurd[5] ,Blake Masters[6] e Henry Bromell[7] ,mica pizza e fichi, questa serie onirica è fatta per inghiottire lo spettatore, gettarlo da un’altezza fantascientifica senza paracadute e sollevarlo all’ultimo secondo prima di un tragico schianto!

A parte il fatto che mi ha fatto dubitare di quale fosse la realtà e quale il sogno, se poi il sogno fosse un sogno o un messaggio, se le persone che incontro sono reali o immaginarie, mi ha portato a tornare a interessarmi ad uno degli argomenti che mi affascinano da sempre come lo studio del sonno (non dei sogni eh), e ho trascinato la mia coinquilina a vederlo con me perché avevo bisogno di confrontarmi commentare capire fare ipotesi. Soprattutto sul personaggio della donna in rosso

Risultati immagini per falling water tess gif

Lei c’è rimasta incastrata con me, e quando abbiamo staccato per mangiare* abbiamo continuato a parlarne, e quando abbiamo ripreso eravamo giunte ad una sconvolgente rivelazione.
Ovviamente sbagliata.
Chi sono i buoni? Ti ritrovi a chiedere a metà stagione.

Ci sono i buoni? È il passo subito dopo.

Alcune sottigliezze le abbiamo intuite, altre ci hanno lasciato a bocca aperta, siamo andate a dormire con una leggera ansia e la mattina dopo ci siamo subito confrontate sui sogni per vedere se erano simili.
No.
Ma più che una semplice serie tv Falling Water per me è stata un’esperienza di vita! Surreale, ma tangibile. E non vedo l’ora di calarmi nella seconda stagione.

Quindi posso affermare che questa è una serie positiva e da consigliare per tanti motivi, ma che è meglio non vedere da soli se non si vuole finire in terapia (che sinceramente consiglio di fare a tutti almeno una volta nella vita, ma magari non per delle paranoie sul mondo dei sogni…).

 

Risultati immagini per therapy gif

 

*SFORMATO DI PATATE E BROCCOLI
(la ricetta è mia, in casa quella domenica avevamo solo questo e ci siamo arrangiate)

Ingredienti per 2 persone:

– 1 uovo
-150g di cime di broccolo
– 150 g di patate
– 2 sottilette
– 50 g galbanino
– pangrattato q.b.
– burro, sale e pepe q.b.
– olio evo q.b.
– mix di formaggio grattuggiato q.b.

Preparazione

70_ falling water
Graphic by: Federica

Iniziamo cuocendo le cimette di broccoli e le patate pelate e tagliate a pezzetti in due pentole separate, aggiustando di sale, portiamo a bollore. Una volta cotte, poggiamo le cimette all’interno di uno scolapasta e lasciamo scolare tutto il liquido in eccesso. Accendiamoil forno a 200°, e. Schiacciamo i broccoli asciugati e le patate con una forchetta per ottenere una purea abbastanza rozza. Aggiungiamo il formaggio grattugiato e l’uovo e amalgamiamo bene tutto. Imburriamo una pirofila e poi ci mettiamo il pangrattato su tutta la superficie; versiamo metà composto e al centro di esso, mettiamo le due sottilette e il galbanino, facendo attenzione che sia ben dosato ma che non vada sui bordi se no poi si appiccica alla pirofila e se non hai la lavastoviglie è una gran rottura.
Versiamo l’altra metà di composto e buttiamo sopra altro pangrattato  e un filo d’olio e poi lo infiliamo nel forno dove deve cuocere circa 30 minuti, meglio però sempre lanciare un’occhiata prima di toglierlo.
Una volta bello dorato e filante, lo lasciamo raffreddare leggermente prima di gustarlo.
La cosa buona di questo piatto semplice e veloce, è che è buonissimo anche il giorno dopo freddo, quindi potrete portarlo a lavoro o all’università senza problemi.

 

 


[1] Tre estranei si rendono conto che stanno sognando parti dello stesso sogno. Mentre approfondiscono il significato della loro connessione reciproca, si rendono conto che le implicazioni sono molto più grandi dei loro personali destini, e il futuro del mondo è nelle loro mani.
[2] https://it.wikipedia.org/wiki/Six_Degrees_-_Sei_gradi_di_separazione
[3] http://filmup.leonardo.it/sc_inception.htm
[4] http://www.film.it/news/film/dettaglio/art/christophe-nolan-la-classifica-dei-suoi-film-dal-peggiore-al-migliore-50295/
[5] https://it.wikipedia.org/wiki/Gale_Anne_Hurd
[6] https://it.wikipedia.org/wiki/Blake_Masters
[7] https://en.wikipedia.org/wiki/Henry_Bromell

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...