Vi consiglio di guardarlo in compagnia perché la vita di Liv e dei suoi amici è ricca di avventure da commentare, a partire dalla mia parte preferita: lei che ogni volta che mangia un cervello assume la personalità del suo precedente proprietario. Perciò la vedremo seriosa e studiosa, oppure alcolista, o sfacciata oppure timida. E questi repentini cambi di individualità, porta la narrazione a un livello di grande performance per l’attrice Rose McIver e di puro divertimento per lo spettatore

Thr0ugh The Mirr0r

Da quando ho Netflix ho cominciato a variare molto nella scelta di serie tv, se con la tv generalista infatti ero un po’ obbligata a scegliere fra teen drama e crime, adesso ho a mia disposizione qualsivoglia genere.

Così, mentre il caldo infernale si affacciava fin da giugno, ho cercato qualcosa di diverso, di divertente ma che avesse anche una trama, e con una durata non eccessiva (tipo GOT) ma nemmeno minima (tipo New Girl).

Così sono capitata per caso sull’icona di iZombie, e devo dire che ero molto scettica. Le storie di zombie non sono esattamente le mie favorite, perché tendono a ripetersi e richiamarsi l’una con l’altra, per cui vista una, viste tutte! Inoltre pochi mesi prima avevo tentato di guardare The Walking Dead con le mie amiche Federica e Anna con scarsissimi risultati, tanto da averla miseramente abbandonata alla fine della prima stagione (anche se…

View original post 463 altre parole