“Una serie tv ‘Quattro Stagioni’ “

Sono un paio di mesi che ho ripreso il rewatch e devo dire che mi emoziona sempre come la prima volta che l’ho visto!

Thr0ugh The Mirr0r

Quando mi prende una fase del tipo “non ho voglia di vedere niente ma ho comunque voglia di vedere qualcosa” è il momento di tornare alle origini. Dire che sono cresciuta con questa serie, dire che ho amato ogni singolo episodio, dire che potrei riguardarla altre dieci volte e non ne avrei mai abbastanza, non rende comunque l’idea, credo. È stata una serie che grazie anche ai nomi influenti che le hanno dato la luce è stata capace di distendere la strada ad un genere esplorato poi negli anni successivi con più o meno successo ma mai, a mio parere, con la stessa potenza.

Niente? Ancora non avete capito?

E allora mi sa non l’avete mai vista!

Risultati immagini per er gif

Sto parlando di E.R. Medici in prima linea, sballottata per anni da un canale all’altro, da un orario all’altro della tv generalista, è stata comunque la prima serie tv che sono…

View original post 922 altre parole

“Oh Peralta!”

Brooklyn Nine-Nine è un prodotto vincente perché è capace di appassionare il pubblico non avvezzo a vedere un distretto di polizia tanto sopra le righe quanto capace nel proprio lavoro, alterando il genere più amato senza però farne sentire troppo la mancanza.

Thr0ugh The Mirr0r

Mio fratello è un addicted molto selettivo, perciò quando mi consiglia un libro o una serie tv, sono propensa a seguire le sue indicazioni e – fermo restando che ognuno ha i suoi gusti e le sue preferenze – devo dire che fino ad oggi non ha mai sbagliato un colpo.

In estate mi disse di aver (ri)scoperto una sitcom poliziesca molto new girl ma col giallo di turno. Lì per lì, sommersa già di altre serie tv e libri e di faccende varie affaccendata, non ci prestai troppa attenzione. Ma in autunno, una sera che ero rimasta a dormire a casa dei miei, Luca stava guardando proprio una puntata di questa fantomatica sit-com e… SBAM, colpo di fulmine!!!

I dialoghi, i personaggi, le dinamiche. Pur non capendo nulla del continuum essendo la terza stagione, mi sono subito appassionata, e una volta tornata a casa mi sono convinta ad iniziarla.

View original post 796 altre parole

“Donne (stra)ordinarie”

mi sembra un po’ come la pubblicità degli assorbenti: irreale.
In “quei giorni” come amano definirli gli uomini, non ci viene affatto voglia di saltare dagli aeroplani o fare la ruota. Le più fortunate vivono delle giornate perfettamente normali, la maggior parte è preda di crampi mostruosi, sbalzi d’umore, e fastidiose macchie da evitare…

Thr0ugh The Mirr0r

“I dottori mi dissero che non avrei camminato. Mia madre mi disse che ce l’avrei fatta. Ho creduto a mia madre”.[1]

 

Risultati immagini per storie della buonanotte per bambine frasiLavorando in una libreria era per me impossibile non imbattermi in un libro tanto acclamato dalla critica quanto amato dal pubblico. Credo di averne impacchettati almeno una ventina per Natale, ed è uno dei regali più richiesto per i compleanni dalle bambine.
Ne sono contenta, dico sul serio, è bellissimo che per una volta si celebrino le donne non solo l’8 marzo, che ci si ricordi della nostra forza, bellezza, audacia senza per forza un’occasione particolare o dopo un ennesimo femminicidio.
Mi piace che questo libro diviso in capitoli brevi ma esaustivi, porti alla luce donne che hanno reso questo mondo migliore grazie a scoperte scientifiche, romanzi indimenticabili, cure innovative, viaggi incredibili.

Ma d’altra parte mi sembra un po’ come la pubblicità degli assorbenti: irreale.
In “quei…

View original post 683 altre parole

“Sofia: la ragazza asimmetrica”

Ed è così che ho conosciuto Paolo Cognetti, di cui avevo sentito parlare per la candidatura (vinta) allo Strega, ma del quale non avevo mai letto nulla. Anche perché la montagna non è esattamente il mio luogo preferito, per cui non mi ero mai sentita attratta dal suo genere di scrittura.

Sbagliavo.

Thr0ugh The Mirr0r

«Sofia», disse l’infermiera a voce alta, «lo sai che cos’è la nascita? È una nave che parte per la guerra».[1]

Nella libreria dove lavoro, da un po’ di tempo viene uno scrittore a farci conoscere nuovi autori attraverso tre delle loro opere. Non sempre sceglie le più conosciute, anzi a dire il vero non lo fa quasi mai. Sceglie quelle che, a suo parere, sono state le più significative nel percorso di narratore. Quelle senza le quali non avrebbe potuto continuare a scrivere.

Ed è così che ho conosciuto Paolo Cognetti, di cui avevo sentito parlare per la candidatura (vinta) allo Strega, ma del quale non avevo mai letto nulla. Anche perché la montagna non è esattamente il mio luogo preferito, per cui non mi ero mai sentita attratta dal suo genere di scrittura.

Sbagliavo.

Filippo Accettella, ci ha consigliato tre dei suoi libri e io ho scelto…

View original post 484 altre parole

“L’uomo è ciò che mangia”

La cosa che mi ha davvero convinta di questo libro e per la quale mi sento di consigliarlo è che lo stile segue la crescita del protagonista.

Thr0ugh The Mirr0r

Oh ma guarda, sei ancora qui, nonostante l’autore non sia uno sconosciuto e la copertina accattivante. Cos’è che non ti fa apprezzare?

-si, penso abbiate capito, sono io che parlo con un libro nel posto in cui lavoro. Sto spolverando e sistemando e mi imbatto ancora e ancora giorno dopo giorno in questo volumetto fasciato di nero con la foto del cibo a far da padrona. Il titolo attira IL BANCHETTO DI NOZZE E ALTRI SAPORI, la posizione in cui l’abbiamo messo è giusta per il genere… o forse no? –

Allora perché dopo quasi un anno sei ancora qui?

Sono curiosa di natura, tanto più quando si tratta di un libro. Così lo prendo, lo sfoglio, lo annuso, e senza nemmeno accorgermene, lo inizio a leggere.

“C’è un incontro quotidiano che scandisce e rende più bella la nostra vita, che ci sa sorprendere creando connessioni inattese e meravigliose. L’incontro…

View original post 773 altre parole

“Benvenuti ad Hawkins, dove accadono le cose più strane”

In attesa (luuuunga attesa) della quarta stagione, che ne dite di reimmergerci ad Hawkins?? vi va?

Thr0ugh The Mirr0r

* Patate speziate con maionese al basilico

(la ricetta è della mia cara amica, Anna)

55_stranger things

Ingredienti per le patate per 4 persone:

-8 Patate rosse.
-150g Parmigiano
-1 Cucchiaino di Paprika forte.
-1 Cucchiaino di rosmarino secco
-1 Cucchiaino di pepe
-30g prezzemolo
-Sale q.b
-50 ml Olio extravergine d’oliva

Ingredientiper la maionese al basilico

-2 Tuorli di uovo
-Succo di 1/2 limone
-Sale e pepe q.b
-Olio extra vergine di oliva
-10 foglie di basilico

Maionese al basilico:

Versiamo i tuorli in una ciotola, uniamo il sale ed il pepe, quindi iniziamo a frullare con un frullatore ad immersione aggiungendo l’olio a filo.
Una volta che la maionese inizia ad addensarsi uniamo anche il succo di limone, ma poco per volta ed alternandolo con l’olio. Prima di completare uniamo anche le foglie di basilico, continuando a frullare, ed un pizzico di pepe.
Raggiunta la cremosità desiderata…

View original post 684 altre parole

“BONES: una dottoressa davvero…. particolare”

CURIOSITÀ: KATHY REICHS APPARE IN UN CAMEO NELL’UNDICESIMO EPISODIO DELLA SECONDA STAGIONE, IL DOPPIO VOLTO DELLA FEDE, NEL RUOLO DELLA PROFESSORESSA CONSTANCE WRIGHT, UN’ANTROPOLOGA FORENSE DELLA COMMISSIONE DI LAUREA DI ZACK ADDY. NEL QUINDICESIMO EPISODIO DELLA SECONDA STAGIONE, DELITTO PER DELITTO, SI SCOPRE CHE LA PROTAGONISTA DEI LIBRI DI TEMPERANCE BRENNAN È PROPRIO KATHY REICHS

Thr0ugh The Mirr0r

Borsch freddo*
(la versione rivisitata della classica minestra ucraina di barbabietole: una zuppa che ha origine antichissime nella cucina askenazita) e dita rotte** ,

*Borch freddo

(l’idea l’ho presa dal ricettario di Expo 2015)

52_bonesIngredienti (x 4 persone):

-1 chilo di Barbabietole
– 2 litri di Brodo vegetale
– 1 Cipolle
– 1 Carote
– 1 cucchiaio da tavola di Zucchero di canna
– 40 milligrammi di Succo di limone
– 100 millilitri di Panna acida
– 1 pizzico di Timo
– 1 pizzico di Prezzemolo

Procedimento

Bolliamo le barbabietole sbucciate nel brodo con la cipolla e la carota sino a che siano ben cotte e morbide. (Se le barbabietole sono già bollite, bisognerà insaporirle in una casseruola tagliate a pezzetti, con la carota e la cipolla e metà del brodo).
Scoliamo le verdure e conservare il brodo, frulliamo le barbabietole con le altre verdure aggiungendo poco alla volta il brodo sino alla consistenza desiderata, più…

View original post 1.372 altre parole

“Un buon calice di vino in una mano e una buona storia nell’altra!”

“Eppure, la memoria ci dice che questo è quello che si è stati, e ci sommerge un rimpianto che non sappiamo cancellare”.[7]

Thr0ugh The Mirr0r

«Pioveva la sera che mio padre cambiò il corso della mia vita».[1]

E pioveva la sera che mia madre mi porse questo libro una sera d’autunno di ormai otto anni fa. Questo libro le era stato consigliato a sua volta da una amica, a cui lo aveva regalato la madre, che aveva letto una buona recensione: la scrittrice Benedetta Cibrario[2] si è aggiudicata nel 2008 il Premio Campiello e così via…

Di donna in donna, questo romanzo è arrivato a me. Credo sia un caso che nessun possessore di cromosoma Y sia stato citato, poiché è un romanzo senza alcuna pretesa di finire della categoria “rosa”. Una categoria, tra l’altro, che non apprezzo particolarmente.

E poi perché rosa[3]? Non potevano essere romanzi arancioni? Blu o smeraldo?

Bah.

Prendo del Rossovermiglio[4] dalla cantina per far onore al nome del libro, e mi accomodo in…

View original post 471 altre parole