Libri & Altri Rimedi

“I ‘Pomodori Verdi Fritti’ della Nonna”

Il film che ne è stato tratto è carino e ha un ottimo cast (che ha anche vinto dei premi ) ma non dà tutte queste sensazioni, stai lì passivo a guardare una storia simpatica e molto edulcorata, perciò come spesso sottolineo, bisogna leggere il libro!

Thr0ugh The Mirr0r

**

Eating Gif 6 - New emojis, gif, stickers for free at 123emoji.comQuando i nonni erano ancora in buona salute, io, mio fratello e i miei genitori almeno un fine settimana al mese ci imbarcavamo in autostrada per andarli a trovare. Ogni volta l’accoglienza era quella che immagino sia riservata ai reali, un banchetto con tanto di quel cibo da sfamare l’esercito che però puntualmente spariva nel giro di poche ore.
Nonna pur essendo una di quelle donne d’altri tempi che non perde tempo in baci e abbracci aveva il suo modo personalissimo di dimostrarci l’amore infinito nutrito per noi: preparare la pizza al forno a legna.
Una caterva.
Ce la faceva trovare calda, appena sfornata, e ci lasciava liberi di giocare in ogni parte della casa e del cortile.

In Estate ci fermavamo più a lungo, un paio di settimane come minimo, ma nonostante ciò, nonna continuava a servire banchetti nuziali e nonno ci portava a smaltirli in lunghe passeggiate…

View original post 787 altre parole

Tv Series Rehab

“Pirožki, Prigioni & Libertà”

«Se hai i pirožki nella sportina vuol dire che non sei solo. Qualcuno ti ama. »

Thr0ugh The Mirr0r

«Se hai i pirožki nella sportina vuol dire che non sei solo. Qualcuno ti ama. »

 

I Pirožki di Red

(la ricetta è presa da un ricettario di Expo 2015)

 

Ingredienti per la pasta (dose per circa 50 pirozki)
-1 kg di farina
-250 ml di latte parzialmente scremato
-35 gr di lievito
-2 uova
-150 gr di zucchero
-1 cucchiaino di sale
-200 gr di burro

Preparazione

Riscaldiamo il latte a fiamma bassa, mescolando continuamente sino a quando non avrà raggiunto una temperatura molto alta. Aggiungiamo un po’ di zucchero e lo mescoliamo con la farina e con il sale.
Uniamo il lievito, poi le uova e infine il latte. Mescoliamo bene con un frullino o a mano, sino a quando l’impasto non si separerà dalle pareti della ciotola. Copriamo con uno strofinaccio di cotone e lasciamo lievitare in un luogo tiepido per circa sessanta minuti.

litchfield-prison--orange-is-the-new-black-large

Quando…

View original post 1.575 altre parole

Tv Series Rehab

“E’ sempre Primavera in Alabama?”

Ora, al di là che obiettivamente in questo paesello sperduto sono tutti bellissimi, ci ha convinto il cast e la leggerezza della trama, quasi una sitcom, e così lo abbiamo iniziato.
Ci siamo appassionate sempre di più non solo ai personaggi, alle vicende amorose (immancabili!), ma anche alle carriere, ai cibi*, ai posti, e ci siamo quasi convinte di farci una vacanza in Alabama il prima possibile, anche perché in tutte le stagioni, sembra sempre Primavera! Ma nessuno, e dico nessuno soffre di allergie!!!! – chissà forse i fiori lì non spollinano selvaggiamente come qui, o avranno antistaminici più pesanti…

Thr0ugh The Mirr0r

*Bundt Cake Mela & Cannella
(la ricetta è del mio amico inglese, John)

Ingredienti per la torta:
-450 gr farina 00

-160 gr zucchero semolato
-140 gr zucchero
-1 cucchiaino di cannella
-¼ cucchiaino chiodi di garofano in polvere
-1 cucchiaino di vaniglia
-250 ml olio leggero
-2 uova
-1 bustina di lievito vanigliato
-2 mele renette
-½ dose di salsa di mele
-50 gr di noci
-1 pizzico di sale

Per la salsa di mele:
-3 cucchiai di sciroppo d’acero

-1 cucchiaino di succo di limone
-50 gr di uvetta sultanina
-2 mele renette
-1 cucchiaino di cannella

Procedura

Per la salsa di mele

28_hart of dixie Graphic by: Gioia

Cuociamo a vapore le mele tagliate a fette fin quando non risulteranno molto morbide. Mettiamo in ammollo in un liquore dolce l’uvetta, poi trasportiamo tutti gli ingredienti nel robot e frulliamo fin quando non diventa di una bella consistenza cremosa.

Per la…

View original post 667 altre parole

Fotografa amatoriale, viaggiatrice professionista

“Vedi Napoli e muori”

L’odore di fritto. Se mi doveste chiedere con cosa identifico Napoli, prima del mare, del caldo, del pesce, della pizza, dei vicoli, della poesia, della musica, delle persone che urlano di finestra in finestra. Io direi l’odore del fritto. Napoli è la mia seconda patria, avendo quasi tutta la famiglia stanziata nei suoi paesini, eppure… Continua a leggere “Vedi Napoli e muori”

Tv Series Rehab

“Penny Dreadful: fra Sangue & Vino”

La serie prende il nome dalle omonime pubblicazioni del XIX secolo, i penny dreadful, e ispirandosi a La Lega degli Straordinari Gentlemen di Alan Moore, la serie intreccia le origini di personaggi della letteratura horror come Victor Frankenstein, Dorian Gray (unico appunto che devo fare è l’errore, ancora una volta, del colore di capelli ahimè), Dr. Jekyll, il conte Dracula, licantropi, streghe e vampiri, i quali sono alle prese con la loro follia raccapricciante nella Londra vittoriana.

Thr0ugh The Mirr0r

«Stai cercando di minacciarmi con la morte?! Se vuoi spaventarmi, minacciami con la vita.»[1]

27_penny dreadful Graphic by: Gioia

*Cornish pie
(La ricetta è del mio amico inglese, John)

Ingredienti:

Ripieno
-450 g di macinato di manzo
– sale q.b.
-1 cipolla grande fatta a fettine sottili
-175 g di patate pelate e tagliate molto sottili
-150 g di carote pelate e tagliate sottili
-2 cucchiai di brodo di manzo
-pepe, una spolverata generosa

Pastry:
-350 di farina 00
-100 g di strutto+15 g di burro morbido
-150 ml di acqua
– 1 uovo medio sbattuto per lucidare

Preparazione:

Preriscaldiamo il forno a 220 gradi. E procuriamoci una teglia di 33×23 cm. Inseriamo tutti gli ingredienti del ripieno in una ciotola, li mescoliamo per bene e insaporiamo con sale e pepe.
Per preparare la pastry, invece, inseriamo la farina e lo strutto in un robot da cucina…

View original post 693 altre parole

Tv Series Rehab

“Have a KILLER day!”

Paura, rabbia, eccitazione. Riesce a passare il messaggio nonostante sia di base asettico, per evitare che la copertura di metodico tecnico della polizia scientifica salti rivelando la sua vera natura di serial killer.
Non uno qualunque però, solo di criminali!
Una specie di giustiziere, però sociopatico.
Non potevo non innamorarmene, no?

Thr0ugh The Mirr0r

*GAMBERI ENCHILADOS
(la ricetta è una mia rivisitazione della ricetta originale)

 

79_dexterIngredienti (per 4 persone)
– 1/2 chilo di gamberi non sgusciati
– 3 cucchiai d’olio d’oliva
– 1 cipolla a pezzetti
– 3 denti d’aglio
– 1 rametto di prezzemolo
– 1 cucchiaino di sale
– 1/8 di cucchiaino di pepe
– 1 limone
– 3 cucchiai di salsa di pomodoro
– 1/2 tazza di vino bianco secco dolce
– peperoncino piccante a gusto

Preparazione

Inteneriamo leggermente i gamberi. Prepariamo un soffritto con l’olio, l’aglio, la cipolla e il prezzemolo. In questo soffritto buttiamo i gamberi previamente pelati e guarniti con  sale, pepe e limone. Li togliamo e aggiungiamo il peperoncino, la salsa di pomodoro e il vino. A questo punto, ributtiamo i gamberi, scopriamo la padella e li cuciniamo a fuoco lento fino a che risulteranno ben teneri.

Facile, no?

Ancora una volta mi ritrovo a guardare…

View original post 930 altre parole

Liebster Award

“Conosciamoci un po’ meglio: SEI STATO NOMINATO, 2.0 ”

L'ho proposto taaaaaaaaaaanto tempo fa, perciò perché non provarci di nuovo, magari ci dà quella sferzata che serve a fine anno per affrontare il nuovo!   Siamo tanti, ci seguiamo a vicenda, a volte qualcuno scrive dei pezzi che sembrano usciti dalla mia testa e dalla mia penna, altre volte scrivo io qualcosa che pensate… Continua a leggere “Conosciamoci un po’ meglio: SEI STATO NOMINATO, 2.0 ”

...Riflessioni (non) Casuali...

“Vivendo si impara”

Thr0ugh The Mirr0r

ban-gif-life-goes-on-live-favim-com-906053Dalla scuola ho imparato che quello che impari davvero non sono le tabelline o le date importanti ma è come stare con persone che non conosci e di cui ti importa veramente poco (o troppo);
Dalle favole ho imparato che i cattivi esistono ma si possono boicottare;
Dalla pallavolo ho imparato che l’individuo è forte ma è il gruppo che fa la differenza, che non importa madre natura come ti ha fatto ma la grinta che sai tirare fuori, la determinazione, la forza, la tenacia! ;
Dal teatro ho imparato che i veri attori sono tutti sotto il palco, le migliori maschere ce le mettiamo ogni giorno. Che se credi in qualcosa puoi farlo avverare. ;
Dalla lettura ho imparato che se ne sai più degli altri sarai sempre un gradino sopra, e eviterai i qualunquismi;
Dalla scrittura ho imparato che se sai pensare ed esprimerti non sarai…

View original post 392 altre parole

Tv Series Rehab

“Le buone maniere dello Yorkshire”

Thr0ugh The Mirr0r

downton-abbey-castle

Una tenuta di campagna, un cane, il fruscio di una tenda, soffitti altissimi, un campanello che trilla, la posta che viene smistata, un maggiordomo che mantiene l’ordine nei piani bassi e un conte che prova a dire la sua sulla netta maggioranza di donne nella casa.

Non avete idea di cosa stia parlando? Ma è inaccettabile, my dears, dovete assolutamente rimediare!

Downton Abbey, la serie creata da Julian Fellowes (già autore di “Gosford Park”) è esattamente ciò che ci vuole per affrontarel’Autunno.
Chi è stato in Inghilterra sa che il clima è quasi sempre plumbeo e piovoso, come una cartolina di un ricordo malinconico. E l’Autunno è così: rassomiglia un po’ a un quadro impressionista dove le pennellate sono violente, scroscianti eppure disegnano paesaggi dolci, rassicuranti. Dowton Abbey si sposa perfettamente a questo tipo di clima e di atmosfera.

tumblr_nvh9c6r4gj1t29r5eo1_500

Un gioco verticale tra il «sopra» e il…

View original post 971 altre parole

Libri & Altri Rimedi

“Haru & Petali di Ciliegio”

Thr0ugh The Mirr0r

Hanami (letteralmente “ammirare i fiori”) è un termine giapponese che si riferisce alla tradizionale usanza giapponese di godere della bellezza della fioritura primaverile degli alberi, in particolare di quella dei ciliegi, i cui fiori si chiamano sakura Questa tradizione, antica di più di un millennio, è ancora molto sentita in Giappone, tanto da provocare anche vere e proprie migrazioni di milioni di giapponesi dalle loro città verso le sessanta località più famose del Paese[1].

Avete mai assistito allafioritura dei ciliegi?

nev2bpePer mia sfortuna io sì.
All’EUR[2], un paio di primavere fa.
Non fraintendetemi è uno degli spettacoli più belli del mondo, ma come ho già accennato tumblr_n53rkxfkyu1sat0smo1_250in altre sedi per me laPrimaverarappresenta una vera e propria sfida alla sopravvivenza! E una cascata di polline che arriva diretto nelle mie vie respiratorie non è proprio l’immagine romantica che ci si aspetta quando pensiamo ai ciliegi…

View original post 753 altre parole