“Nolite te bastardes carborundorum”

“Vivevamo di abitudini. Come tutti, la più parte del tempo. Qualsiasi cosa accade rientra sempre nelle abitudini. Anche questo, ora, è un vivere di abitudini. Vivevamo, come al solito, ignorando. Ignorare non è come non sapere, ti ci devi mettere di buona volontà. […] Noi eravamo la gente di cui non si parlava sui giornali. Vivevamo nei vuoti spazi bianchi ai margini dei fogli e questo ci dava più libertà.
Vivevamo negli interstizi tra le storie altrui.”[4]

Thr0ugh The Mirr0r

q
«Ma quanti premi sta vincendo questa serie tv? La vedo candidata[1] ovunque!»
«Premi della critica o del pubblico?»
«È questa la cosa sconvolgente: entrambi!»
«Wow! Bisogna iniziarla allora»
«Aspetta, c’è di meglio»
«Cosa?»
«E’ tratta da un libro: The Handsmaid’s Tale[2] di Margaret Atwood[3]»
«La stessa Atwood di Alias Grace????»
«Sì»
«Domani lo prendo in libreria!!!»

È andata proprio così, niente ricerche di trama, ambientazione, o altro. Mi sono subito fidata dell’autrice che avevo conosciuto grazie ad un altro romanzo meraviglioso dal quale a breve trarranno (o forse hanno già tratto, devo informarmi) una serie tv: Alias Grace. Un romanzo che mi ha tenuta col fiato sospeso fino alla fine e che mi ricordo ancora come se l’avessi letto ieri nonostante in realtà siano passati almeno dieci anni!

Non so perché in tutto questo tempo non abbia mai letto altro di questa autrice fantastica, forse l’avevo…

View original post 829 altre parole

“Benvenuti a Wayward Pines, la vostra ultima dimora…”

“Non provare ad andare via.
Non parlare del passato.
Non parlare della tua vita precedente.
Rispondi sempre al telefono se squilla.
Lavora sodo, sii felice.
Goditi la vita a Wayward Pines”

Ps. Le stagioni sono solo 2 e non 3 come previsto inizialmente.

Thr0ugh The Mirr0r

Inverno, armate di copertina e caffè appena fatto, io e la mia amica Anna ci mettiamo al computer in cerca di qualche serie tv nuova e avvincente. 

Abbiamo chiacchierato, abbiamo sistemato la stanza, siamo anche uscite a fare la classica passeggiata in paese, ora ci meritiamo relax nel tepore caldo di quattro mura.

Guardiamo serie tv diverse al momento, quindi non possiamo andare a pescarne nessuna di quelle già iniziate, dobbiamo affidarci alle novità.

Che genere? Bella domanda!

“Non provare ad andare via.
Non parlare del passato.
Non parlare della tua vita precedente.
Rispondi sempre al telefono se squilla.
Lavora sodo, sii felice.
Goditi la vita a Wayward Pines”

Leggiamo questa intestazione accanto alla foto di un maturo Matt Dillon attorniato da personaggi cupi e inquietanti. Ci guardiamo. Annuiamo. Siamo convinte.

Ed è così che è partita la nostra avventura con una delle serie più inquietanti del panorama moderno! Ogni…

View original post 580 altre parole

Classics: “1984”

It is incredible how after more than sixty years this tragic novel is still so relevant. Tragic, because I don’t know about you but me the idea that someone can see every single action I do, that even checks what I have to think and fixes the shot if ever I’m wrong, scares me! It seems to me something horrible! Yet we are allowing it, if not at those dictatorial levels, to a more acceptable extent we are absolutely already undergoing it.
Just think of how many payments we make with credit cards (and therefore traceable), the cameras on the streets, the traffic control cameras, the PC webcam.

Thr0ugh The Mirr0r

“Winston Smith: Does Big Brother exist?
O’Brien: Of course he exists.
Winston Smith: Does he exist like you or me?
O’Brien: You do not exist.”
George Orwell,1984

Let’s face it for some years now if we hear the words “Big Brother”, we associate them with the famous reality show and no longer with Orwell’s masterpiece …
Many people are certain that it was the book that inspired the show and not the other way around, and I think this speaks volumes about the level of general culture of our beautiful country!
But fear not, you can make up for it!
First of all, just look at the dates, the dystopian future controlled by the big eye described by George Orwell was written in 1949, while the trash program that locked ten people in a house under 24h cameras was only imported into Italy in 2000.
And then it…

View original post 947 altre parole

“Pork Ribs for the nuclear Apocalypse”

Fortunately, to alleviate my despair, RaiDue decided to broadcast one of the craziest TV series of that time and surely one of the unluckiest, so much so that it was canceled twice.
But don’t be put off, because I promise you it’s a dystopian and adrenaline-fueled series that you can’t miss.

Thr0ugh The Mirr0r

Kansas Style Pork Ribs
(the recipe is a reinterpretation of my mother, Mena of a recipe taken from Expo2015)

jericho

Ingredients for 4 people
-4 slices of pork ribs
-2 and ½ cups of brown sugar
-1 small onion, finely chopped
– 3 cups of water
– 1 cup of tomato paste
– 2/3 cup of apple cider vinegar
– ¼ cup of molasses
– ½ cup of mustard powder
-1 tablespoon of cayenne pepper
-1 tablespoon of smoked paprika
-1 tablespoon of garlic powder
-1 tablespoon of onion powder
-2 tablespoons of salt
-3 teaspoons of freshly ground black pepper
-2 tablespoons of vegetable oil
– ½ teaspoon of cayenne pepper
– 1 teaspoon of salt
– Barbecue sauce to taste

Method

Remove the fine white membrane covering the bone from the ribs and mix together the brown sugar, mustard powder, cayenne pepper, paprika, garlic powder, onion powder, salt and…

View original post 737 altre parole

“Costine di maiale per l’Apocalisse nucleare”

Fortunatamente, ad alleviare la mia disperazione, RaiDue pensò di mandare in onda una delle serie tv più pazzesche dell’epoca e sicuramente una delle più sfigate, tanto da essere stata cancellata ben due volte[1].

Ma non lasciatevi scoraggiare, perché vi assicuro che è una serie distopica e adrenalinica che non si può mancare di vedere[2].

Thr0ugh The Mirr0r

*Costine di maiale Kansas Style

(la ricetta è una rivisitazione di mia mamma, Mena di una ricetta presa da Expo2015)

Ingredienti(per 4 persone):

jericho-4 fette di costine di maiale
-2 e ½  tazze di brown sugar
-1 cipolla piccola, tagliata finemente
– 3 tazze di acqua
-1 cucchiaio di cipolla in polvere
-2 cucchiai di sale
-3 cucchiaini di pepe nero appena macinato
-2 cucchiai di olio vegetale
– ½  cucchiaino di pepe di Cayenna
– 1 cucchiaino di sale
– Salsa Barbecue q.b.
– 1 tazza di concentrato di pomodoro
–  2/3 di tazza di aceto di mele
– ¼ di tazza di melassa
– ½  tazza di senape in polvere
-1 cucchiaio di pepe di Cayenna
-1 cucchiaio di paprika affumicata
-1 cucchiaio di aglio in polvere

Procedimento:

Rimuoviamo la fine membrana bianca che ricopre l’osso delle costine e mescoliamo insieme il brown sugar, la senape in…

View original post 1.078 altre parole

“Possa la fortuna essere sempre a vostro favore”

PARLA GIOIA: Un giorno Suzanne Collins[1] ispirata dalla tv spazzatura, dai reality show e dalle tecnologie sempre più determinanti nelle vite quotidiane, scrive “The Hunger Games Trilogy”, che diventa immediatamente un bestseller internazionale, trascorrendo più di sei anni nella lista dei bestseller del New York Times dopo la pubblicazione nel settembre 2008, venduto in 56 … Continua a leggere “Possa la fortuna essere sempre a vostro favore”

“Benvenuti a Wayward Pines, la vostra ultima dimora…”

Inverno, armate di copertina e caffè appena fatto, io e la mia amica Anna ci mettiamo al computer in cerca di qualche serie tv nuova e avvincente.  Abbiamo chiacchierato, abbiamo sistemato la stanza, siamo anche uscite a fare la classica passeggiata in paese, ora ci meritiamo relax nel tepore caldo di quattro mura. Guardiamo serie … Continua a leggere “Benvenuti a Wayward Pines, la vostra ultima dimora…”

Classics: “1984”

 “Winston Smith: Does Big Brother exist?O'Brien: Of course he exists.Winston Smith: Does he exist like you or me?O'Brien: You do not exist.”― George Orwell, 1984 Let's face it for some years now if we hear the words "Big Brother", we associate them with the famous reality show and no longer with Orwell's masterpiece ...Many people are certain … Continua a leggere Classics: “1984”