“Vento, Violini & Spezie”

Ancora il mio preferito…

Thr0ugh The Mirr0r

«…le sue pagine palpitarono come le ali di una farfalla a cui viene restituita la libertà, sprigionando una nuvola di polvere dorata… ebbi la sicurezza che quel libro mi aveva atteso per anni, probabilmente prima che io nascessi.»[1]

 

fall-leaves-autumn-gif-1 Il vento ulula e si insinua sotto i porticati, alza le gonne, scompiglia i capelli, crea vortici nei prati portandosi dietro foglie gialle, rosse e marroni, spinge le nuvole, ingrossa i mari. Poi improvvisamente smette e al suo posto arriva la pioggia, lenta, annoiata, riempie gli spazi col suo odored’Autunno facendo scivolare le gocce sui vetri, sporca gli oggetti e lava via i peccati.

In quest’atmosfera, trovate labiblioteca più vicina, una di quelle vecchie con l’odore dei libri che si sente già dall’atrio, sì, non fate quella faccia, esistono ancora, poche, ma ci sono!, preparate una bella colonna sonora e lasciate che la fantasia vi trasporti…

View original post 644 altre parole

“Un WEEKEND ogni anno”

Quando hai 15 anni, l’Estate sembra infinita. Ci sono mille progetti, tutti accumulati dall’anno scolastico appena concluso. Tutti da finire prima che ne ricominci un altro. Quando hai 15 anni l’Estate è piena di flirt, di avventure, di amicizie nuove, vecchie, prestate. Quando hai 15 anni e sei nell’epoca pre-internet sul telefono, l’Estate è magica … Continua a leggere “Un WEEKEND ogni anno”

“I segreti possono trascinarti a fondo”

      « Non sei cambiata. Avrei dovuto saperlo. Anzi, in realtà lo sapevo. Hai sempre amato il mulino e il fiume, ed eri ossessionata da quelle donne, dalle cose che avevano fatto, da ciò che si erano lasciate alle spalle. E adesso questo. Oh Nel, sei davvero arrivata a tanto?»[1] Questa credo possa … Continua a leggere “I segreti possono trascinarti a fondo”

“Chi ha paura del buio?”

Era difficile trovare l’appartamento adatto, perciò uccisero la vecchia signora. L’uomo chiamato Sport bussò alla porta. Aveva indosso una tuta verde, così l’avrebbero preso per un idraulico. Maxwell stava da parte, in modo che la vecchia signora non potesse vederlo dallo spioncino. Anche Maxwell era in tuta verde, ma non rassomigliava affatto a un idraulico. … Continua a leggere “Chi ha paura del buio?”

“La Fitzek Terapia (con Cioccolata)”

Io e i miei amici da qualche anno abbiamo preso l’abitudine di farci una “lista dei desideri” per il compleanno e per Natale, in modo da essere sicuri di fare e ricevere solo ciò che ci piace, ma soprattutto di non ricevere doppioni. Nella mia lista del 2016 c’era un libro che sono molto, molto … Continua a leggere “La Fitzek Terapia (con Cioccolata)”

“Una Colonna Sonora per l’onnutuA”

Era Novembre, a casa di una amica di mamma, me lo ricordo come fosse ieri anche se sono passati circa quindici anni. Mi annoiavo aspettando che le due mamme si stancassero di ciarlare in cucina davanti al tea, mentre mio fratello e il suo amico giocavano in cameretta. Nonostante fossero del tutto fuori stagione, l’amica … Continua a leggere “Una Colonna Sonora per l’onnutuA”

“Arte, Uomini, Ciambelle & Bomboloni”

"Secondo nonna, al mondo ci sono due tipi di uomini: bomboloni e ciambelle". "Nella tua famiglia c'é qualcuno sano di mente?" "I bomboloni sono quelli che i fanno sbavare" spiegò Nadine, prendendo dalla credenza un barattolo di burro di noccioline . "Sono appetitosi e croccanti e ripieni di cioccolato, e quando ne vedi uno lo vuoi … Continua a leggere “Arte, Uomini, Ciambelle & Bomboloni”

“Un Bouquet di Emozioni”

<<Non mi fido, come la lavanda, Mi difendo, come il rododendro Sono sola, come la rosa bianca, e ho paura. E quando ho paura, lascio… >>[1]     Il giro delle stagioni ci riporta alla Primavera nel suo immenso splendore di vita e rinascita dopo il lungo e freddo Inverno. Le gonne si accorciano (sempre … Continua a leggere “Un Bouquet di Emozioni”